Economia

La sede della Banca d'Italia

Conti pubblici. Scende il debito pubblico

11-03-2008

Il debito pubblico a fine 2007 è risultato pari a 1.596.762 milioni (104,0% del Pil). Alla stessa data del 2006 esso era pari a 1.575.636 milioni (106,5% del Pil). Lo comunica la Banca d'Italia.
Il debito pubblico italiano nel 2007 é sceso in rapporto al prodotto interno lordo più di quanto previsto dalle stime del governo. Le ultime stime ufficiali, diffuse in concomitanza con la presentazione della Finanziaria per il 2008, stimavano il debito 2007 al 105% del Pil. La Commissione Ue aveva invece già corretto alla fine del 2007 la propria stima sul debito italiano, portandolo dal 105% (in linea con la stima del governo italiano) al 104,3%.

 
Inizio d'anno a gonfie vele per il fisco: le entrate tributarie di cassa a gennaio sono state pari a 31,2 miliardi di euro, in crescita del 10,3% rispetto ai 28,3 miliardi del gennaio 2007. Lo comunica la Banca d'Italia nel Supplemento al Bollettino statistico dedicato alla finanza pubblica. Nei giorni scorsi il ministero dell'Economia e delle Finanze aveva annunciato che a gennaio le entrate totali versate con il modello F24 erano ammontate a 33,8 miliardi (+9,4% su gennaio 2007).

Nel 2007 il fabbisogno complessivo delle amministrazioni pubbliche è stato pari a 30.534 milioni pari al 2% del pil. Lo comunica la Banca d'Italia. Nel 2006 il fabbisogno era stato pari a 54.380 milioni, pari al 3,7% del pil.

Il calo del debito è "molto positivo" e "conferma la validità dell'azione di governo" nel risanamento dei conti pubblici. E' quanto afferma il ministro dell'Economia Tommaso Padoa-Schioppa commentando la riduzione del debito pubblico che, secondo i dati ufficiali diffusi oggi dalla Banca d'Italia, è sceso a fine 2007 al 104% del Pil, al di sotto della previsione del 105%. "Il dato diffuso oggi dalla Banca d'Italia - afferma Padoa-Schioppa - sull'andamento del debito pubblico nel 2007, diminuito di 2 punti e mezzo di pil rispetto al 2006, è migliore delle stime del governo e costituisce una conferma altamente positiva della validità dell'azione di risanamento dei conti pubblici realizzata dal governo Prodi".

Il palinsesto di oggi