Dall'Italia

Berlusconi, decorso regolare, si valuta passaggio al reparto

16-06-2016

Altra notte tranquilla per Silvio Berlusconi operato martedì al cuore. Tanto che i medici stanno valutando in queste ore il trasferimento in reparto dell'ex premier, che ha passato 48 ore in osservazione in Terapia Intensiva. In reparto, Berlusconi dovrebbe restare 5-6 giorni, per scongiurare eventuali complicazioni che in operazioni così delicate sono sempre possibili. Il suo medico di fiducia Alberto Zangrillo, comunque, ha specificato più volte in questi giorni che tutto si è svolto per il meglio, e che "c'è stato un decorso assolutamente regolare, il migliore che ci potessimo aspettare".

Già ieri erano arrivate parole rassicuranti dei medici sulle sue condizioni. "E' lucido e in ottime condizioni", aveva detto il cardiochirurgo Ottavio Alfieri. Alberto Zangrillo, medico personale del Cav, aveva spiegato che in mattinata era stato liberato dal vincolo della assistenza respiratoria. "Dopo 30 secondi era pronto a farmi una battuta: un complimento per l'assistenza ricevuta durante la notte da una delle mie infermiere della terapia intensiva, Cristina,alla quale ha dato una alternativa di lavoro a Telecinco".

I cardiochirurghi hanno sostituito la valvola aortica malfunzionante. E per farlo, come richiede questo tipo di operazione, per circa un'ora hanno anche fermato il cuore di Berlusconi e utilizzato una apparecchiatura particolare per garantire la circolazione extracorporea del sangue. Dopo di che il trasferimento dell'ex presidente del Consiglio nel reparto di terapia intensiva cardiochirurgica guidato da Zangrillo dal quale dovrebbe uscire oggi per passare al reparto.

Il palinsesto di oggi